La rinuncia per iscritto all'usucapione della servitù di passaggio fatta dal proprietario del fondo rileva di per sé, non potendo la sua efficacia negoziale essere fatta dipendere né dall'avvenuta comunicazione al successivo acquirente né dall'osservanza dell'onere della trascrizione.

Cass. civ. Sez. II, 30-05-2016, n. 11158