In tema di locazione per uso diverso dall'abitazione, il diritto di prelazione riconosciuto al conduttore, con sacrificio dell'autonomia contrattuale del locatore, dall'art. 38 della legge 27 luglio 1978, n. 392, non si estende agli immobili che, pur essendo complementari a quelli ove è esercitata l'attività commerciale, non hanno il contatto diretto con il pubblico e sono giuridicamente, catastalmente e strutturalmente autonomi.

Cass. civ. Sez. III, 30-12-2014, n. 27514